A inizio stagione forse non ci avrebbe scommesso nessuno e solo pochissimi alla vigilia dell’ultima gara. Eppure la Coppa Europa di bob a 4 torna in Italia quattro anni dopo il trionfo di Simone Bertazzo, che oggi fa l’allenatore e sta guidando la rivoluzione, insieme al suo collega Manuel Machata e al direttore tecnico Omar Sacco. Nell’anno zero del nostro bob, Patrick Baumgartner ottiene un trionfo sensazionale: a Igls vince la sua seconda gara consecutiva, stavolta su due manche, e il quinto posto di Jonas Jannusch gli consente di balzare in testa alla classifica generale di appena due punti, 804 contro 802.

Serviva proprio questa combinazione per il sorpasso ed è arrivata. Merito di Baumgartner e dei suoi compagni Mattia Variola (che oggi ha sostitituito Simone Fontana nell’equipaggio azzurro rispetto alla vittoria del giorno precedente), Alex Verginer e Lorenzo Bilotti, capaci di stabilire il miglior tempo sia nella prima che nella seconda manche, in entrambi i casi grazie a un finale da urlo.

Dietro a questi risultati c’è lo zampino di Omar Sacco, passato da velocista, cresciuto nel vivaio dell”Atletica Viterbo, ha conquistato titoli iridati sui 100m. Allievi e 60m. Juniores, ha partecipato ai campionati Mondiali Juniores a Sidney nel 1996. Dopo alcuni anni di militanza nella squadra assoluta di atletica delle Fiamme Azzurre è stato adottato in seguito dalla squadra nazionale di BOB a 4. Ha partecipato alle Olimpiadi di Torino nel 2006, allenatore per molti anni e da alcuni anni direttore tecnico della squadra nazionale.
L’atletica e tutto lo sport viterbese gioisce per i nuovi risultati di Omar e della sua squadra e mentre lo incoraggia a proseguire con questi risultati anche in Coppa del Mondo, lo attende per festeggiare a Viterbo.