Tanto azzurro e ventisei titoli italiani da assegnare. Il weekend dei Campionati Italiani juniores e promesse indoor di Ancona offrirà sfide di sicuro interesse per la categoria under 23, con molti nomi che hanno già fatto il loro esordio in Nazionale assoluta e che possono puntare agli eventi internazionali del 2020, dai Giochi olimpici di Tokyo agli Europei di Parigi. Nella stagione che per questa fascia d’età (1998-1999-2000) propone anche l’appuntamento dei Campionati del Mediterraneo U23 a La Nucia, in Spagna, fa il proprio esordio al Palaindoor il triplista azzurro Andrea Dallavalle (Fiamme Gialle) che ha già vissuto l’esperienza dei Mondiali di Doha, dopo la medaglia di bronzo agli Europei di categoria a Gavle. Quattrocento metri per la staffettista azzurra Rebecca Borga (Fiamme Gialle), mentre negli 800 è atteso il padrone di casa Simone Barontini (Fiamme Azzurre), fresco di 1:47.73 a Ostrava, e al femminile sulla stessa distanza non mancherà Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre), anche lei già sbarcata in Nazionale agli Europei a squadre di Bydgoszcz 2019. Fari puntati anche su due atleti che sono cresciuti nelle ultime settimane, da Mattia Montini (Carabinieri), autore della migliore prestazione italiana U23 nei 60hs (7.72) all’astista Max Mandusic (Trieste Atletica), salito a 5,50 domenica scorsa. Nei 60 da seguire il confronto tra le sprinter Chiara Melon e Alessia Pavese, entrambe dell’Atletica Brescia 1950 Ispa Group, e cerca conferme nei 60hs Elisa Maria Di Lazzaro (Carabinieri) nella stagione del rientro.