Ottavo titolo italiano consecutivo e settanta metri sfiorati per Sara Fantini. È il verdetto della gara femminile del martello a Molfetta (Bari), nella prima giornata della finale nazionale dei Campionati italiani invernali di lanci. La rassegna tricolore sorride ancora alla 23enne emiliana dei Carabinieri che sulla nuova pedana pugliese dello stadio Cozzoli firma il primato stagionale di 69,71 e conquista il titolo assoluto, confermando l’imbattibilità dal 2017. Il trio sul podio è lo stesso degli Assoluti di Padova dello scorso agosto, ma seconda e terza piazza sono invertite: vicecampionessa italiana è Cecilia Desideri (Studentesca Rieti Milardi) che con 63,24 centra la seconda misura della carriera e anche il titolo under 23 (la reatina è classe ’99), terza invece la junior Rachele Mori (Atl. Livorno, del 2003) che rinuncia alla gara giovanile per confrontarsi con le altre migliori d’Italia e fa atterrare l’attrezzo a 60,26.

Anche al maschile prosegue una lunga striscia vincente nel martello: è quella di Marco Lingua (Asd Marco Lingua 4ever), al decimo titolo di fila, il quindicesimo complessivo. Al 42enne piemontese, decimo ai Mondiali di Londra 2017, basta un lancio di poco superiore ai settanta metri (70,98) per mantenere il trono della specialità e superare il bronzo europeo under 20 Giorgio Olivieri (Carabinieri), oggi 69,50 per il secondo posto tricolore e il titolo under 23.

Dopo due anni, si riprende il titolo italiano del giavellotto Sara Jemai (Esercito). La 28enne lombarda lancia allo stagionale di 53,64 e mette in fila Luisa Sinigaglia (Bracco Atletica) che si esprime in 53,03, ed è terza Carolina Visca (Fiamme Gialle) con 52,66, campionessa italiana promesse.