Per il secondo anno consecutivo sarà Grosseto ad accogliere i Campionati italiani juniores e promesse, da venerdì 11 a domenica 13 giugno. In palio 82 titoli per le categorie under 20 e under 23, in un appuntamento ancora più partecipato rispetto alla scorsa stagione. Stavolta infatti il programma è completo, anche con le gare più lunghe di mezzofondo e di marcia che non erano inserite nella scorsa edizione. In crescita quindi i numeri dell’evento: più di 1800 atleti iscritti per oltre 2500 presenze-gara, in rappresentanza di 323 società. Ma sarà anche una tappa fondamentale verso i prossimi Europei giovanili in programma tra un mese a Tallinn, in Estonia: under 23 (8-11 luglio) e under 20 (15-18 luglio).

Attesi tanti giovani azzurri. Nel salto triplo promesse Andrea Dallavalle, medaglia d’argento agli Europei del 2017 proprio a Grosseto, proverà ad avvicinare i diciassette metri dopo aver eguagliato il record personale di 16.95 nella scorsa settimana. Tornano due atleti che nell’ultima edizione hanno migliorato i primati italiani juniores, stavolta in gara tra le promesse: Veronica Zanon nel triplo e Carmelo Musci nel disco. In pista al via la campionessa tricolore assoluta dei 100 metri Zaynab Dosso e l’altra azzurra Chiara Melon, che nel 2020 ha fatto doppietta di titoli under 23 a Grosseto (100 e 200). Nei 400 juniores è annunciato Lorenzo Benati, che in questa stagione ha corso più volte con la staffetta della Nazionale maggiore, nei 110hs Lorenzo Simonelli tra gli under 20 e Franck Koua tra gli under 23, invece Alessandro Sibilio potrebbe essere impegnato nei 400 promesse (deciderà nei prossimi giorni) come Eloisa Coiro, primatista italiana della 4×400 indoor. Nei 100 metri juniores da seguire Matteo Melluzzo, che di recente con 10.25 è diventato il secondo under 20 italiano di sempre alle spalle soltanto di Filippo Tortu. Per il mezzofondo, nei 1500 promesse, sfida con molti pretendenti tra cui Matteo Guelfo e Pietro Arese che hanno già indossato quest’anno la maglia azzurra assoluta, mentre al femminile è iscritta Marta Zenoni. Nel peso attenzione a Riccardo Ferrara, arrivato a 19.80 quest’anno, e nel martello juniores alla primatista di categoria Rachele Mori.