La nuova settimana inizia con diversi azzurri all’estero in due meeting internazionali. Lunedì a Praga (Repubblica Ceca) c’è Alessia Trost nel salto in alto al Memorial Josefa Odlozil, mentre tra lunedì e martedì la sprinter Vittoria Fontana, il triplista Tobia Bocchi e l’ostacolista Hassane Fofana gareggiano ai Paavo Nurmi Games di Turku, in Finlandia. Per Alessia Trost (Fiamme Gialle) l’obiettivo è sempre quello di blindare la qualificazione ai Giochi olimpici di Tokyo: la friulana non è ancora in possesso dello standard (1,96) e attualmente entrerebbe dalla porta del ranking, ma Praga è l’occasione per incrementare lo stagionale all’aperto di 1,91 realizzato a Chorzow per il secondo posto degli Europei a squadre. Tra le saltatrici annunciate dagli organizzatori anche l’ucraina Yuliya Levchenko. In chiave azzurra, iscritta anche la giavellottista Zahra Bani (Fiamme Azzurre).

Anche Tobia Bocchi (Carabinieri) si presenta in pedana lunedì, ma in Finlandia, per accumulare altri punti in chiave ranking, nel circuito Gold del Continental Tour che mette a disposizione un bel bottino: sono alla portata i rivali Ben Williams (Gran Bretagna), Simo Lipsanen (Finlandia) e Tiago Pereira (Portogallo). Un salto da 17,14 gli darebbe anche lo standard diretto per Tokyo: fin qui, il suo miglior salto regolare è il 16,89 indoor di Lievin, ma ha saltato anche 16,90 ventoso (+2.1) in California il 9 maggio. Martedì tocca a Vittoria Fontana (Carabinieri) sui 100 metri, in batteria con la britannica Imani Lansiquot già incontrata a Savona, e poi nell’eventuale finale: proprio a Savona la sprinter azzurra ha corso in 11.23 con troppo vento alle spalle (+3.4), pochi giorni dopo il successo con la staffetta 4×100 alle World Relays. Batteria ed eventuale finale anche per Hassane Fofana (Fiamme Oro) che nei 110hs trova il polacco Damian Czykier nel primo round: migliorare il 13.72 stagionale di Rieti è la missione dell’ostacolista azzurro.