Capolavoro di Alessandro Sibilio a Tallinn, è il campione d’Europa U23 nei 400 ostacoli. Prima medaglia d’oro azzurra nella rassegna continentale in Estonia, con un tempo favoloso, un 48.42 che lo fa diventare il secondo italiano di sempre dopo il campione del mondo di Siviglia 1999 Fabrizio Mori. Un crono che in Italia non si vedeva dal 2002 e che rappresenta la migliore prestazione italiana under 23, tolta proprio a Mori. L’azzurro delle Fiamme Gialle, napoletano, 22 anni, grande talento giovanile che si è ritrovato in questa stagione dopo alcuni anni difficili, schianta la concorrenza con un super primato personale (migliorato di oltre mezzo secondo, aveva corso in 48.96 agli Assoluti di Rovereto) e con una prova che fa ben sperare per le Olimpiadi di Tokyo. Lontani i rivali Emil Agyekum (Germania, 48.96) e Ramsey Angela (Olanda, 49.07).