A Gyor (Ungheria), nella seconda giornata degli Europei under 18, dopo la fantastica doppietta di Finocchietti e Andrei nella marcia, il pugliese Carmelo Musci ha conquistato la medaglia d’argento nel peso con 20,37, sotto l’acquazzone, a un solo centimetro dalla record italiano di categoria (20,38 di Sebastiano Bianchetti nel 2013). Nel lungo, in una gara condizionata dal vento e dalla pioggia iniziata a scendere nel terzo turno di salti, hanno chiuso al settimo e all’ottavo posto la quasi 16enne figlia d’arte Larissa Iapichino (6,12/+3.3) e Veronica Crida (6,06/+3.4). Campionessa d’Europa è la svedese Johansson (6,33/+4.5). Bel quinto posto per Enrico Saccomano nel disco con 56,60. Di estrema qualità è la performance del romano Lorenzo Benati nelle batterie dei 400, primo tempo con un 47.19 che corso sotto la pioggia vuol dire tantissimo in ottica finale di domani, nella quale si batterà anche Francesco Domenico Rossi, avanti con l’ultimo tempo a disposizione (48.35). Molto bene in batteria nei 200 le due azzurre Dalia Kaddari e Chiara Gherardi, rispettivamente seconda e quarta con 23.75 (+2.0) e 23.86 (+2.3), entrambe vincitrici della propria batteria. Fuori in semifinale Giuseppe Filpi nei 110hs dopo il 13.62 della mattinata che lo aveva portato al quarto posto delle liste all-time. Tanto azzurro anche domani, sabato 7 giugno. L’oro dell’Eyof di Gyor 2017 Diletta Fortuna apre il suo Europeo sulla pedana del disco con le qualificazioni alle 9.05. Primo turno anche per Veronica Besana ed Elena Carraro nei 100hs, per i saltatori Davide Favro (lungo), Veronica Zanon e Male Diarra Sow (triplo), per la giavellottista Federica Botter e per le staffette miste. È anche il giorno della finale di Nathalie Kofler nell’asta.

Articolo precedenteSkeet, Tucson, quarta prova di Coppa del Mondo
Prossimo articoloBeach volley, campionato italiano, i risultati delle qualificazioni di Milano