Yeman Crippa
Yeman Crippa

Quattro settimane sugli sterrati della Rift Valley per lanciarsi verso gli Europei di cross di Lisbona dell’8 dicembre e soprattutto in direzione Tokyo 2020. Il primatista italiano dei 10.000 metri Yeman Crippa decolla sabato verso il Kenya, ai 2400 metri di Iten, il paradiso del running. È lo stage all’estero di quasi un mese che conclude un’altra stagione di sensibili passi in avanti per il mezzofondista trentino, ottavo ai Mondiali di Doha e capace di ritoccare il primato nazionale di Totò Antibo dopo trent’anni: “Partirò con Yohanes Chiappinelli e con il mio gruppo di allenamento formato da Mohad Abdikadar, Yassin Bouih e David Nikolli – racconta Crippa – poi ci raggiungeranno il mio coach Massimo Pegoretti e il tecnico Maurizio Cito. Andiamo in Kenya per il secondo anno consecutivo, sempre in questo periodo: nella scorsa stagione mi sono trovato benissimo, sono rimasto sorpreso di come ogni mattina si formino gruppi di oltre cento atleti, perlopiù keniani, e si corre tutti insieme sugli altopiani a 20-21 gradi di temperatura, per fare 10-15 km di ‘variazioni’. Ci si mette veramente alla prova, si fa un sacco di fatica a quella quota ma poi ti torna indietro quando scendi al livello del mare. Lavoreremo anche nella pista in terra battuta intorno a 1900 metri”.