Prova vincente per Daniele Meucci, protagonista alla settima edizione della Chia Laguna Half Marathon, nella costa meridionale della Sardegna. Il campione europeo di maratona si è aggiudicato la gara sulla mezza distanza di 21,097 chilometri in 1h06:30 con il nuovo record dell’evento, sul percorso suggestivo ma ricco di saliscendi della rinomata località balneare. Un primato che gli apparteneva dal 2013, quando si era imposto in 1h07:45. Per il 32enne dell’Esercito, bronzo continentale di mezza maratona nel 2016, il secondo successo in questa manifestazione si rivela quindi un buon test di efficienza, in cui ha corso gli ultimi 2 km a un ritmo inferiore ai 3 minuti ogni mille metri, dopo le salite dei 5 km precedenti. Quello di oggi era il suo rientro agonistico, a quasi due mesi dal personal best di 2h10:45 nella maratona giapponese di Otsu, all’inizio di marzo, dove ha migliorato il tempo (2h10:56) che gli era valso la sesta posizione ai Mondiali di Londra. L’ingegnere pisano è adesso proiettato verso il prossimo appuntamento della stagione, tra due settimane a Ferrara per i Campionati Italiani dei 10.000 metri su pista che sono in programma sabato 12 maggio.
Sulle strade di Chia era in azione anche Valeria Straneo. La vicecampionessa europea in carica e argento mondiale nel 2013 di maratona ha scelto di correre sulla 10 chilometri, anziché nella “mezza”, e ha chiuso in 35:59. Ora l’alessandrina portacolori del Laguna Running punta ai Campionati Europei di Berlino (6-12 agosto) per i quali come Meucci è stata selezionata sui 42,195 chilometri.