È il momento dell’ultima prova indicativa per gli Europei di corsa campestre. Quest’anno sarà il Carsolina Cross, domani 21 novembre a Sgonico (Trieste), ad accogliere il terzo e conclusivo appuntamento del calendario nazionale per comporre la squadra italiana attesa alla rassegna continentale del 12 dicembre a Dublino. Si completa quindi il trittico di manifestazioni, dopo Levico Terme (Trento) e Osimo (Ancona), con molti dei candidati alla maglia azzurra in ogni categoria: senior, under 23 e under 20, oltre che nel cross corto in vista della staffetta. L’edizione numero 46 dell’evento organizzato dalla Trieste Atletica torna a ospitare la tappa di chiusura, come non accadeva da sei stagioni. E arriva quando mancano pochi mesi alla prossima Festa del Cross che andrà in scena proprio sui prati del Carso triestino, all’interno dell’aerocampo di Prosecco, dove il 12 e 13 marzo saranno in palio tutti i titoli italiani di specialità.

PROTAGONISTI – Tra i favoriti nel cross assoluto maschile di 9 chilometri spicca il nome di Nekagenet Crippa, annunciato all’esordio stagionale. Il 27enne trentino dell’Esercito ha vinto le ultime due edizioni disputate (2018 e 2019), che hanno contribuito a riportarlo alla ribalta, mentre quest’anno su pista si è messo in evidenza soprattutto nella Coppa Europa dei 10.000 metri a Birmingham, nono al traguardo e migliore degli azzurri con più di un minuto tolto al record personale. Se la vedrà tra gli altri con il maratoneta Stefano La Rosa (Carabinieri), in cerca di progressi rispetto alla sesta posizione di Osimo. Al via diverse pretendenti al successo anche sui 7 chilometri al femminile. La campionessa italiana dei 3000 siepi Martina Merlo (Aeronautica), già al titolo del cross nel 2018, inizia da qui la sua nuova stagione. Per la torinese dell’Aeronautica non mancheranno le avversarie a cominciare da Sara Galimberti (Bracco Atletica). Curiosità nel cross corto di 2 chilometri per vedere in azione Catalin Tecuceanu (Silca Ultralite Vittorio Veneto), 22enne protagonista cresciuto in questa stagione fino a correre gli 800 metri in 1:44.93 a settembre, che è alla sua prima gara dopo aver conseguito la cittadinanza italiana una settimana fa. Tornano ai nastri di partenza Mohad Abdikadar (Aeronautica) e Pietro Riva (Fiamme Oro), che nello scorso weekend sono arrivati secondo e terzo.