Sabato 18 febbraio (ore 15:50) ai Campionati Italiani Assoluti Indoor di Ancona, l’argento mondiale 2007 e recordman italiano di salto in lungo Andrew Howe affronta il volto nuovo della specialità Marcell Jacobs. Sarà un confronto anche tra le loro guide tecniche, i due assi del triplo azzurro Fabrizio Donato e Paolo Camossi. Sfide lunghe e triple per storie parallele che si perpetuano e per un faccia a faccia che occupa gran parte del cartellone dell’imminente rassegna tricolore in sala: all’angolo di Jacobs da El Paso, Texas, c’è l’ex iridato indoor Camossi, a quello di Howe da Los Angeles, California, c’è il bronzo olimpico Donato. La categoria è quella dei pesi medi che volano lontano con il corpo dipinto di tatuaggi da veri guerrieri: Howe ne possiede ormai una collezione multicolors sulle braccia, Jacobs ha una tigre che affila gli artigli su metà della sua schiena. Un gioco innocente, imperniato su una semplice addizione, dà in testa la coppia “goriziana” su quella che vive e si allena in Lazio: Camossi 8,16 + Jacobs 8,48 uguale 16,64, Donato 8,03 + Howe 8,47 uguale 16,50. Sottraendo i vantaggi che Marcell ottenne dal vento a Bressanone (2,8, non un tornado), i due sono costretti a far ricorso al fresco 8,07 e a perdere 41 centimetri, attestandosi a quota 16,23.

Le gare femminili
Meno tre giorni ai Campionati Italiani Assoluti indoor di Ancona. Nelle gare femminili, la sprinter azzurra Gloria Hooper (Carabinieri), appena rientrata dagli Stati Uniti, sarà opposta sui 60 metri alla capolista stagionale Anna Bongiorni (Carabinieri, 7.32) e alla pluricampionessa tricolore Audrey Alloh (Fiamme Azzurre). Sui 400 metri al via le staffettiste azzurre Ayomide Folorunso (Fiamme Oro), Maria Enrica Spacca (Carabinieri), Maria Benedicta Chigbolu (Esercito) e Chiara Bazzoni (Esercito), contro le emergenti Lucia Pasquale (Brixia Atletica 2014), Raphaela Lukudo (Esercito) e la junior Rebecca Borga (Atl. Riviera del Brenta). Sui 3000 di marcia passerella per Antonella Palmisano (Fiamme Gialle), quarta nei 20 km alle Olimpiadi di Rio. Punta invece al 20° titolo assoluto in carriera, tra indoor e all’aperto, la pesista Chiara Rosa (Fiamme Azzurre).

Articolo precedenteContrasto al match-fixing, corso di formazione per il Milan
Prossimo articoloDroni, le ultime novità tecnologiche presentate a Roma