Un pieno di energia per l’Asd Casilina. Il club capitolino, oltre a portare avanti gli allenamenti della futura prima squadra (ogni mercoledì e venerdì), è partito da circa un mese con le prove (totalmente gratuite) per i bambini della Scuola calcio, ma anche per i ragazzi dell’agonistica. Il patron Enrico Gagliarducci, che dal prossimo 1 luglio sarà ufficialmente presidente del team capitolino, traccia un primissimo bilancio: “Siamo molto contenti della risposta delle famiglie che ringraziamo per la fiducia: i tesserati per questi mesi finali di stagione sono in continuo aumento e questo entusiasmo ci spinge ad andare avanti per la nostra strada”. L’appoggio delle famiglie del quartiere, ma anche delle attività commerciali: nelle scorse ore, infatti, è stata ufficializzata la collaborazione con Giano Sport Incontro che sarà il punto di riferimento del club capitolino per l’abbigliamento sportivo. “Voglio ringraziare i responsabili dell’azienda per aver sposato e sostenuto concretamente il nostro progetto” dice Gagliarducci. Al patron del Casilina, come sempre schietto e diretto, non piace l’attuale silenzio della Federazione sulla possibilità di fare partitine con altre società e magari anche tornei: “Non capisco quale sia il problema e per quale motivo nessun club si lamenti della stranezza di questa situazione. L’ultimo decreto governativo ha addirittura consentito i match amatoriali di calciotto e calcetto tra amici, mentre ai ragazzi tesserati con le società dilettanti non viene dato il via libera a fare partite tramite un comunicato ufficiale chiaro”. In chiusura Gagliarducci esprime anche solidarietà nei confronti dell’ex tecnico del Tor Sapienza Marco Russo: “E’ un tecnico e una persona che stimo. Mi spiace che sia stato allontanato dopo aver sollevato delle critiche nei confronti del Comitato regionale, tra l’altro a mio modo di vedere condivisibili”.