Le Olympic Qualifier Series a Budapest ci regalano emozioni e grande suspence.

Giovedì si sono disputate le qualifiche Boulder, dove ha brillato la tigre genovese Camilla Moroni, che ha agguantato un fantastico secondo posto, con 4 top, 4 zone alte, 4 zone basse, 8-8-5 tentativi. Meglio di lei solo la giapponese Miho Nonaka e subito a inseguire le due statunitensi Brooke Raboutou e Anastasia Sanders.

Laura Rogora si è piazzata in 27° posizione (2 top, 2 zone alte, 4 zone basse, 6-6-4 tentativi) e questo l’ha motivata a puntare ad una prestazione magistrale nella Lead.

Filip Schenk ha raggiunto la 18° posizione (1 top, 3 zone alte, 3 zone basse, 2-9-4 tentativi) e anche per lui è diventata fondamentale la prova Lead per rientrare nei 20 semifinalisti.

Non è andata troppo bene per gli altri atleti azzurri: Giorgio Tomatis, Stefano Ghisolfi e Marcello Bombardi si sono fermati rispettivamente in 39°, 42° e 46° posizione, mentre Giorgia Tesio si è piazzata al 34° posto.

Oggi è stata la volta delle qualifiche Lead. Laura Rogora dà il tutto per tutto nella sua specialità, e si piazza al 5° posto, conquistando così la 12° posizione nel ranking generale.

Camilla Moroni, che aveva dimostrato la sua grande abilità nel Boulder, affronta la Lead controllata, con l’intenzione di fare del suo meglio, e raggiunge la 21° posizione, agguantando così la 13° posizione in classifica generale.

A tenerci col fiato sospeso è Filip Schenk, esattamente come accadde a Shanghai: si piazza al 17° posto nella Lead, e unisce questo risultato al 18° posto di ieri nel Boulder, approdando in 19° posizione generale.

Sono quindi Laura Rogora, Camilla Moroni e Filip Schenk i nostri alfieri nella semifinale di domani (ore 10.00 semifinali Boulder e ore 14.00 semifinali Lead).

Gli altri azzurri purtroppo terminano qua le loro qualifiche olimpiche: Stefano Ghisolfi raggiunge una buonissima 8° posizione nella gara odierna, ma la somma del punteggio con il Boulder non è sufficiente a farlo rientrare nella rosa dei 20 semifinalisti. Termina in 30° posizione.

Giorgia Tesio è 31° nella Lead e 37° in classifica assoluta.

Marcello Bombardi si piazza al 17° posto nella Lead e al 39° della classifica generale.

Giorgio Tomatis è 31° nella Lead e 36° nel ranking generale.

 

Si sono svolte nel pomeriggio anche le qualifiche di Speed: una vera e propria sfida al cardiopalma per tutti i tifosi italiani dell’arrampicata di velocità.

Ludovico Fossali realizza un buon 5.30” nella prima run, ma che non assicura all’atleta di riuscire a rientrare nei primi 16. Nella seconda run mette il turbo e realizza un 5.18” che lo mette al sicuro. Termina al 13° posto e negli ottavi di finale affronterà il cinese Liang Zhang.

Beatrice Colli invece ha un inciampo nella prima run, che crea molta tensione in vista della seconda e ultima chance di salita. Beatrice però mantiene la calma e realizza un buonissimo 7.15”, che le regala il 13° posto in classifica. Accede quindi agli ottavi di finale dove affronterà la cinese Di Niu.

Buone prestazioni per gli altri azzurri, ma purtroppo non sufficienti per qualificarsi nella top16: Giulia Randi è 20° (con 7.49”), Gian Luca Zodda è 24° (con 5.45”), Alessandro Boulos è 25° (con 5.47”).

Appuntamento con una finale decisamente emozionante domani alle 18.15.

Articolo precedentePallanuoto, Vis Nova, dalla Croazia arriva il talento Jerko Penava
Prossimo articoloRally Team sfiora il podio al San Martino di Castrozza