Prese obbligate, pareti, percorsi, blocchi da salire. È subito entrato nel vivo a Roma presso la Monkey Island (zona parking del Forum Sport Center) il campionato italiano di arrampicata sportiva, disciplina olimpica che vede impegnati nel week end capitolino i migliori 90 atleti nazionali. In palio il titolo del campionato italiano Boulder, la specialità, senza corde ed imbragatura, ove serve uno sforzo breve ma di grande intensità per arrivare al “top” del percorso.

Massima sicurezza assicurata: al materasso paracadute, che tutela l’incolumità dei garisti si vanno ad aggiungere infatti le precauzioni antiCovid, previste nel serrato protocollo adottato dalla FASI, disciplina associata del Coni, per contenere il contagio da Coronavirus. A salutare all’inizio ed incoraggiare tutti gli “arrampicatori” è stato il numero uno federale, Davide Battistella, assai soddisfatto per l’avvio della manifestazione e dell’andamento della gara.
È stata una giornata di sole qualifiche quella di sabato 17 ottobre: in mattinata è toccato in progressione ai 43 uomini cimentarsi nei coloratissimi percorsi della parete attrezzata, nel pomeriggio impegnate le 47 donne tra cui ben quattro quattordicenni; la ligure Viola Bergamelli (Vertikarcare Imperia), la ravennate Alice Strocchi (Carchidio Strocchi Faenza) e le compagne di squadra sudtirolesi Leonie Hofer e Vanessa Kofler, entrambe in maglia Avs Passeier. Un dato assai rilevante è quello relativo alla freschezza degli atleti a testimonianza di quanto questa disciplina emergente sia molto praticata dai giovanissimi: circa la metà dei presenti a Roma sono infatti minorenni e circa il 70% nella categoria under20. Nel maschile percorso netto con 5 “top” raggiunti dal novarese Gabriele Moroni, della Kundalini Milano e dal vipitinese Filip Schenk delle Fiamme Oro Moena.

Occhi puntati naturalmente sul’altotesino Michael Piccolruaz (Avs Merano), sulla 19enne romana Laura Rogora (Fiamme Oro Moena) e sul modenese Ludovico Fossali (CS Esercito) i tre atleti già qualificati per le Olimpiadi di Tokyo 2021 e che, al di là di come concluderanno la loro gara domani, difenderanno i colori azzurri sulle pareti nipponiche.

Non solo grandi atleti, però. Il campionato italiano Boulder ha generato non poca curiosità ed interesse anche fra i vertici dello sport italiano. Nel corso della ‘due giorni sono infatti attese le maggiori autorità di Governo, Coni e Sport e Salute.

Domani il gran finale per entrambe le categorie, con i 48 qualificati (24 per genere) impegnati sui 4 blocchi tracciati. Le ascese tricolori hanno in programma le semifinali (4 blocchi/5 minuti) al mattino e a seguire le finali (4 blocchi/4 minuti), tutte trasmesse sui camali youtube della federclimbing. Saranno premiati i migliori piazzamenti giovanili delle categorie under 16 e under 18. Nel tardo pomeriggio il podio con i nuovi campioni italiani.