Il dado è tratto ed il cammino di Alessio Rossano Bellan, per la stagione sportiva 2022, è stato finalmente definito, portando il pilota di Taglio di Po a competere ai massimi livelli nazionali, nell’ambito del Campionato Italiano Rally Asfalto.

Nato sulle ceneri del Campionato Italiano WRC il CIRA si conferma quale seconda serie nazionale per prestigio, al seguito soltanto del Campionato Italiano Assoluto Rally, ed il portacolori di AB Motorsport sarà chiamato a mettere a frutto tutta l’esperienza maturata lo scorso anno, in un International Rally Cup che gli ha permesso di maturare notevolmente.

Il polesano, alla guida della Peugeot 208 Rally 4 di Baldon Rally ed affiancato da Silvia Croce alle note, sarà della partita per l’intero calendario tricolore, a partire dal prossimo Rally Elba.

Oltre all’evento sull’isola napoleonica, previsto per il 22 ed il 23 Aprile, il programma prevederà altre classiche del rallysmo nostrano: il Rally del Salento (27 e 28 Maggio), il Rally della Marca (17 e 18 Giugno), il Rally Lana (29 e 30 Luglio), il Rally San Martino di Castrozza (9 e 10 Settembre), il Rally Città di Modena (30 Settembre ed 1 Ottobre), concludendo con un Trofeo ACI Como (dal 20 al 23 Ottobre) che avrà il ruolo di giudice finale di una sfida entusiasmante.

Doppio impegno quello di Bellan, in lotta anche per i quartieri nobili della Michelin Rally Cup.

“L’esperienza dell’IRC è stata incredibile” – racconta Bellan – “e ci ha permesso di migliorare sensibilmente. Gare lunghe ed avversari di alto livello ci hanno spinto a crescere ma volevamo provare a confrontarci in un campionato diverso, soprattutto più lungo. L’IRC è bellissimo ma, quest’anno, si articola su quattro gare soltanto. Un errore e sei fregato. Abbiamo così deciso di provare a misurarci nel CIRA, senza escludere che questo possa essere un percorso che ci potrebbe anche portare ad arrivare all’italiano assoluto. Nel CIRA troviamo gare che hanno fatto la storia dei rally in Italia, con l’ultima a Como che amo particolarmente. Dovremo sfruttare al meglio l’Elba ed il Salento perchè, almeno credo, non ci sarà lo stesso numero di partenti che potremo trovare ad un Marca o al San Martino di Castrozza. Abbiamo una vettura al top, un team impeccabile e l’equipaggio è sempre più affiatato. Siamo pronti per sbarcare sull’isola.”

Due le giornate di gara per l’apertura stagionale, a partire da un Venerdì 22 Aprile che si svilupperà sulle speciali di “Rio” (8,94 km), “Capoliveri – Innamorata” (6,63 km), “Bagnaia – Cavo” (18,57 km) e si concluderà con la ripetizione della “Capoliveri – Innamorata”.

Altri quattro i tratti cronometrati previsti per il giorno seguente, ad aprire la sfida ci sarà “Colle Palombaia” (15,73 km) e sarà seguito da “Due Colli” (12,38 km), da “Due Mari” (22,43 km) e da una versione accorciata di “Due Colli” (11,43 km), a completare gli oltre cento chilometri totali.

“Si tornerà a correre di notte” – aggiunge Bellan – “e con prove speciali vere, penso alla terza da quasi venti chilometri. Ci sarà da sudare ma, al tempo stesso, sarà una sfida davvero emozionante. Siamo certi che, nel corso della stagione, potremo toglierci delle belle soddisfazioni. Vogliamo partire con il piede giusto già da ora, già dal prossimo Rally Elba.”

Articolo precedenteRally Prealpi Orobiche, profumo mondiale per
Prossimo articoloVolley, Tuscania con Aurispa Libellula Lecce in gara 1 a Montefiascone