Sipario chiuso ufficialmente sull’edizione 2022 del Trofeo Veneto Trentino + e nella sede di Omega è tempo di dare via ai festeggiamenti per i notevoli traguardi raggiunti, tra i quali spicca decisamente la vittoria assoluta firmata da Alessandro Zanoni.

Il pilota della Gloria C8P battente bandiera della scuderia scaligera ha fatto il vuoto alle sue spalle, mantenendo con autorità il comando della serie interregionale tra le porte fino alla fine.

Al successo nella generale va ad aggiungersi anche la vittoria, in solitaria, in E2SS1600.

“È stata una stagione incredibile per noi” – racconta Zanoni – “perchè siamo stati protagonisti in diverse occasioni. Abbiamo vinto a Caldaro ed a Montemerlo, terzi assoluti al Sette Tornanti, per concludere poi con il successo nella nostra gara di casa, il Bolca. È stato un 2022 ricco di soddisfazioni, da condividere con tutti quelli che ci hanno sostenuto. Grazie ad Omega, a tutti i nostri partners ed alla Rope Motorsport che mi ha messo a disposizione un mezzo perfetto.”

Settimo nella generale, a pari merito con Kraner, ed autentico mattatore della classe N1600 è stato un altro specialista tra le porte, iscritto da Alpha, ovvero Christian Manzoni.

Il pilota di Bergamo, a bordo della sua Citroen Saxo gruppo N, ha staccato il primo degli inseguitori di ben ventitré lunghezze, confermandosi riferimento tra le millesei del produzione.

Stagione da incorniciare nel TVT+ anche per Riccardo Pisa e la sua A112 Abarth.

Il portacolori del sodalizio scaligero, iscritto da Alpha, ha archiviato la serie alle spalle del compagno di colori sull’anteriore del double chevron per mezzo punto, alla fine nono assoluto.

Per lui, oltre alla soddisfazione di aver messo dietro mezzi ben più potenti nel corso della stagione, anche la vittoria in una troppo spesso disertata classe E11150.

Rimanendo legati al gruppo A è bastato un solo risultato utile, quello di Bolca, per permettere a Franco Panato di porre il proprio sigillo sulla classe A2000, alla guida di una Renault Clio R3.

Buono il secondo posto di Renato Marchetto, alla guida di una Fiat Punto, che ha chiuso la lunga lista di trionfi targati Omega, terminando secondo, a meno dieci, in classe E11400.

Dulcis in fundo la classifica scuderie ha visto Omega accarezzare un podio che è rimasto lontano soltanto due lunghezze dal terzo gradino e quattro dal secondo.

“Vincere un titolo assoluto è sempre qualcosa di speciale” – racconta Ivano Griso (presidente Omega) – “ed i nostri complimenti vanno ad Alessandro Zanoni perchè ha condotto una stagione a dir poco incredibile. Non vanno dimenticati tutti gli altri nostri portacolori perchè hanno portato in alto il nome di Omega nelle varie categorie, permettendoci di lottare a lungo per un podio nella classifica scuderie che, purtroppo, ci è sfuggito di mano per un niente. Siamo comunque molto soddisfatti di questa nostra stagione nel Trofeo Veneto Trentino +.”

Articolo precedenteGhirardi e Ghisu svettano nel weekend
Prossimo articoloRally Terra Sarda, Hayden Paddon trionfa in Gallura