Il Circolo Canottieri Roma tornerà a ospitare domenica prossima, 16 ottobre, dalle 9, “Via le Mani”, la regata nazionale contro la violenza sulle donne. Una manifestazione giunta alla decima edizione, voluta dalla Federazione Italiana Canottaggio, dall’associazione Hands off Women e dal Comitato Regionale Lazio della FIC, per sostenere le iniziative di Telefono Rosa. Il tutto partendo da quell’istruzione cara al gergo remiero, appunto “Via le Mani”, che fuori dalla barca assume significato ancor più deciso. Attesi come sempre tantissimi equipaggi da tutta Italia e personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo, questi ultimi grazie all’associazione Azzurra da sempre vicina all’organizzazione.

In pochi anni, la manifestazione che si svolge nel tratto di fiume prospiciente la sede del Canottieri Roma di Lungotevere Flaminio 39 è diventata una “classica” del remo nazionale. Come riferito nei giorni scorsi, l’edizione passata ha raccolto 9.202,98 euro che sono stati devoluti a Telefono Rosa per progetti che guardano soprattutto al mondo della scuola. È da lì infatti che si formano le cittadine e i cittadini di domani e si apprendono concetti fondamentali quali il rispetto.

Il Circolo Canottieri Roma guidato dal presidente Paolo Vitale è ancora una volta orgoglioso di prendere parte alla nobile iniziativa che gode tra l’altro del patrocinio di Regione Lazio e assessorato Sport, Turismo e Grandi Eventi di Roma Capitale. Al contempo, il consigliere al Canottaggio Lorenzo Guido e il direttore tecnico Bruno Mascarenhas garantiranno come di consueto il massimo sostegno agli ospiti e agli equipaggi in gara per cinque ore di sport, divertimento e socialità nel segno dell’inclusione.

Articolo precedenteCalcio, Quarto Municipio, Eccellenza, Luciani: “Peccato per quel gol annullato con la Boreale”
Prossimo articoloCalcio, Atletico Lariano, under 15 regionale, Fileni: “Prima la salvezza, poi penseremo ad altro”