Quando l’architettura abbraccia il mondo dello sport nascono grandi cose. A Bressanone nel 2015 è sorta ‘Vertikale’, un centro vivo che rappresenta il cuore pulsante dell’arrampicata in Alto Adige. La palestra all’avanguardia, progettata dagli architetti altoatesini Wolfgang Meraner e Martin Mutschlechner in stretta collaborazione con l’innovativa società internazionale Transsolar, ospiterà la European Boulder Cup del 7-8 maggio organizzata dall’AVS Alpenverein Südtirol.

L’arrampicata è uno sport ‘trendy’ in Alto Adige, viene praticato nelle scuole, ma anche dagli sportivi di ogni età che in Vertikale si cimentano in allegria in questa disciplina, perché il climbing è un vero stile di vita che si adatta a tutti.

Tra un mese esatto i migliori boulderisti europei scaleranno la parete boulder alta quasi 5 metri che si affaccia direttamente su un’arena esterna, dove il pubblico potrà seguire le imprese dei climbers gratuitamente nelle due giornate. Il sipario si alzerà sabato 7 maggio con le qualifiche femminili al mattino e quelle maschili nel pomeriggio, mentre domenica dalle 10 alle 12.15 ci saranno le semifinali e a partire dalle 16.10 le finali.

Nelle competizioni di Coppa Europa 2021 si sono distinte le francesi Mailys Piazzalunga, Flavy Cohaut e Fanny Gibert, quest’ultima nel suo prestigioso palmares vanta due terzi posti nella classifica generale di Coppa del Mondo Boulder e 5 titoli ai campionati francesi boulder. L’Austria si è presentata con un folto gruppo composto da Jessica Pilz, campionessa del mondo Lead 2018, Franziska Sterrer, Johanna Färber, Mattea Pötzi e Eva Maria Hammelmüller. Tra le italiane c’è stato il terzo posto di Giulia Medici a Cracovia, oltre a dei buoni piazzamenti con Irina Daziano, campionessa italiana boulder U18 e che presto debutterà in Coppa del Mondo, Federica Papetti, Silvia Abate, Miriam Fogu, Sara Morandini, Anna Borella e Petra Campana. Invece per quanto riguarda gli uomini, hanno brillato nelle varie tappe di Coppa Europa il promettente atleta austriaco Nicolai Uznik, l’esperto connazionale campione del mondo e bronzo olimpico Jakob Schubert, e Jan-Luca Posch. Bene la Francia con Mathieu Ternant, Emilien Casado e Nathan Martin. L’Italia si è presentata con Matteo Baschieri, campione italiano boulder 2018 e vincitore della Coppa Europa Boulder Youth, Michele Bono, Giorgio Tomatis e Simone Mabboni.

Nuovo anno e nuova stagione, il calendario di Coppa Europa Boulder prevede quest’anno tre tappe, la prima a Praga dal 29 aprile al 1° maggio, seguirà la tappa di Bressanone del 7-8 maggio ed infine il 20-21 maggio con l’ultima tappa a Klagenfurt (AUT), mentre il Campionato Europeo Boulder si terrà dall’11 al 18 agosto a Monaco, in Germania.

Il comitato organizzatore AVS Alpenverein Südtirol ringrazia gli sponsor che sostengono l’evento di Coppa Europa: Südtirol, il Comune di Bressanone, Vertical-Life, Assicurazioni Tiroler, Alperia e Loacker.

Dopo la European Cup di Bressanone, attenzione all’arrivo della World Cup Boulder del 10-12 giugno, sempre organizzata dall’ AVS Alpenverein Südtirol; la prevendita dei biglietti sarà disponibile dall’ultima settimana di aprile. In Svizzera questo weekend partirà il primo appuntamento, con gli azzurri convocati Camilla Moroni, Laura Rogora, Giorgia Tesio, Irina Daziano, Michael Piccolruaz, Marcello Bombardi, Filip Schenk e Pietro Vidi.

Articolo precedenteRugby Frascati Union 1949, serie A femminile, Pennetta: “C’è tanto da fare, ma le ragazze sono cresciute”
Prossimo articoloCalcio, BetFlag, ostacolo viola per le ambizioni del Napoli