Arrivano ottime risposte dai primi giorni di campionati italiani primaverili di nuoto per salvamento che si svolgeranno a Riccione fino a domenica prossima. I ragazzi guidati dal responsabile tecnico Franco Fanella e dall’altro allenatore Cristiano Mariani hanno fornito delle buone prestazioni nelle varie prove in cui sono stati impegnati. Sette di loro (alcuni dei quali molto giovani) erano in gara ai campionati italiani Assoluti: Flavio Feliciangeli (classe 2000) ha gareggiato sulle specialità dei 200 superlife, 100 trasporto con pinne, 100 percorso misto e 50 trasporto manichino, Giulia Simoni (2002) sui 200 superlife, Matteo Pennesi (1995) sui 50 trasporto manichino, Gaia Bacile (1998) sui 200 superlife, 100 percorso misto, 100 trasporto con pinne, 100 torpedo e 50 trasporto manichino, il fratello Cristian Bacile (2002) su 200 superlife e 100 percorso misto, Gioia Mazzi (2004) sui 200 superlife, 200 ostacoli, 100 trasporto con pinne, 100 torpedo e 50 trasporto manichino e infine Alessandro Bassani (2003) sui 200 superlife e 100 trasporto con pinne.

“Si sono comportati tutti molto bene, migliorando in molti casi i loro tempi – dice Fanella – La difficoltà maggiore di questa gara è che si svolge su otto giorni e quindi non è semplice mantenere alta la concentrazione e lo stato di forma per un periodo così lungo. In ogni caso la nostra società si è piazzata al 19esimo posto nella speciale classifica che ha visto partecipare ben 44 club provenienti da tutta Italia. Inoltre va sottolineato il buon decimo posto (su 27 società) della staffetta 4×25 trasporto manichino composta da Pennesi, Bassani, Bacile e Feliciangeli. Infine tre dei nostri sette ragazzi hanno partecipato alle finali Giovani (per atleti con età compresa tra i 15 e i 18 anni) entrando tra i primi otto d’Italia: si tratta nello specifico della Mazzi (nelle specialità dei 200 superlife, 100 torpedo e 100 trasporto con pinne dove non è salita sul podio per un soffio), Bassani (sui 200 superlife e 100 trasporto con pinne) e Bacile (200 superlife)”. In questi primi giorni di manifestazione c’è stata anche la finale Gran Prix della categoria Esordienti A: Alice Pezza (classe 2007) si è classificata settima nella classifica complessiva delle quattro specialità in programma. “Una bella gara condizionata dalla squalifica sui 100 torpedo, mentre è arrivata prima a pari merito sui 50 trasporto con pinne, terza sui 50 ostacoli e quarta sui 50 trasporto manichino” sottolinea Fanella.  Ieri, intanto, il 3T Frascati Sporting Village si è piazzato al 14esimo posto nel campionato italiano per società (dove ogni club può schierare un solo atleta per specialità) dove oltre ai sette ragazzi citati hanno partecipato pure altri sei atleti, vale a dire Gian Marco Ippoliti (2001), Manuel Durastante (1998), Lorenzo De Angelis (1999), Alice Midei (2001), Melissa Mura Cittadini (2003) e Sara Dell’Ospedale (2003).

“Siamo risultati la prima società del Lazio e abbiamo migliorato il piazzamento dello scorso anno, quando arrivammo 19esimi. I ragazzi sono stati molto bravi perché le condizioni per lo svolgimento delle gare erano al limite con pioggia, freddo e acqua del mare sui 15 gradi. Prestazioni di rilievo quelle di Feliciangeli, quinto assoluto nella gara con la canoa e vicinissimo al terzo nella specialità Oceanman dove ha chiuso quarto, e della Midei, settima nella gara con tavola. Numeri importanti a livello italiano» conclude Fanella. Oggi e domani ci saranno i campionati italiani assoluti oceanici, con i 13 atleti 3T Frascati Sporting Village già citati che si cimenteranno su 12 gare individuali e 8 staffette.