Dopo tre giorni di ‘prove libere’, da oggi al Tav Umbriaverde-Todi di Massa Martana (PG) si fa davvero sul serio. Prenderà il via con la specialità Skeet l’undicesima edizione della Italian Open Green Cup che nelle due discipline olimpiche (Trap e Skeet) impegnerà le strutture umbre fino al 23 maggio e vedrà competere 500 atleti di 38 nazioni. La competizione di Umbriaverde, che peraltro da un decennio è considerata ormai un appuntamento imprescindibile per la preparazione stagionale da tutti i più quotati specialisti del tiravolismo olimpico, segue in rapida successione la manche di Coppa del Mondo che si è disputata a Lonato del Garda.

E molti degli atleti che sono scesi in lizza alla tappa italiana del circuito di Coppa del Mondo si misureranno di nuovo anche nella sfida umbra. È il caso del nutrito manipolo di portacolori degli Usa capitanati idealmente dalla ‘star’ Vincent Hancock che nel 2005 qualcuno definì il Mozart dello Skeet per il precoce talento che aveva permesso all’americano, nato in Florida e residente in Texas, di vincere un titolo mondiale a quindici anni di età proprio a Lonato del Garda e di aggiungere successivamente a quello due ori olimpici (Pechino 2008 e Londra 2012) e altri tre titoli iridati. In gara nei prossimi due giorni sulle pedane di Umbriaverde ci sarà anche Danka Bartekova: l’atleta della Slovacchia (medaglia di bronzo a Londra 2012) che in parallelo all’attività agonistica svolge il ruolo di Membro CIO. Tra i 120 specialisti dello Skeet, oltre a questi Vip della disciplina, saranno impegnati anche atleti di Kazakhstan, Lettonia, Malesia, Messico, Olanda, Perù, Qatar, Senegal, San Marino, Ucraina, Argentina, Bahrein, Brasile, Bulgaria, Cile, Cipro, Repubblica Ceca, Gran Bretagna, Egitto, Guatemala e Indonesia.

Tra gli azzurri del coach Andrea Benelli in gara alla Green Cup, occhi puntati sugli umbri Katiuscia Spada e Emanuele Fuso, sulle laziali Chiara Di Marziantonio e Simona Scocchetti, sul marchigiano Elia Sdruccioli, sul toscano Riccardo Filippelli e sul campano Giancarlo Tazza, ma nel confronto internazionale di Umbriaverde scenderanno in pista anche alcuni brillanti under 20 in fortissima ascesa: la reatina Giada Longhi, i fiorentini Andrea Galardini e Sara Bongini e il romano Marco Coco. Per tutti: tre serie di qualificazione sabato 15 e altre due domenica 16. Nel pomeriggio di domenica finali per i primi sei punteggi della gara maschile e di quella femminile con formula internazionale Issf.